Svelato il mistero della Balena morta in Amazzonia

Balena morta in Amazzonia avvolta nel mistero


Una balena morta lunga ben 11 m è stata ritrovata in Amazzonia. Queste sono state le prime notizie diffuse al momento della scoperta. Tutto il mondo si è chiesto come fosse finita in un’area lontana dal mare, finché ricerche più approfondite hanno spiegato cosa sia realmente accaduto.

Secondo una prima ipotesi, un’inondazione avrebbe spinto il cetaceo sulla costa amazzonica, anche se in questo periodo dell’anno le balene dovrebbero essere in un’altra zona marittima. Il ritrovamento è avvenuto sull’isola di Marajò, situata alla foce del Rio delle Amazzoni, molto rigogliosa e poco invasa dal turismo.

I reportage dall'Italia e dal Mondo

Dopo alcuni giorni, gli studiosi hanno svelato il mistero. Innanzitutto, la balenottera sarebbe lunga 8 metri e potrebbe essere un cucciolo di circa un anno. Non è un caso impossibile che si sia arenata a 15 metri dalla costa. Lo riferisce su Instagram l’ONG per la tutela dell’ambiente, l’Istituto Bicho d’Agua. “Le maree – spiega un ricercatore – sono comuni sulla costa nord del Brasile, è  comprensibile che una carcassa resti bloccata nelle mangrovie“.

La specie delle Jubarte è tra le più grandi e, da giugno a novembre, sono facilmente individuabili al largo di Abrolhos, nell’Oceano Atlantico, a circa 70 km dal litorale sud di Bahia.

Vuoi sapere meglio le cose? Vai agli APPROFONDIMENTI →

STAI ANCORA UN PO' CON NOI! LEGGI ANCHE QUI: