Il Santo del Giorno – San Norberto (6 giugno)

San Norberto è il santo del giorno più importante che per tradizione si festeggia oggi 6 giugno

Il Santo del Giorno - San Norberto (6 giugno)

Info sul Santo: San Norberto

Nato nel 1086 a Xanten, in Francia, da una nobile famiglia, Norberto ricevette un’educazione raffinata e godette di una giovinezza agiata. Si distinse negli studi e frequentò le corti dei principi e persino dell’imperatore Enrico V. Tuttavia, si lasciò travolgere da una vita mondana, sprecando i suoi talenti in vanità e ozio.

Un evento drammatico segnò la sua esistenza: durante un viaggio, fu sorpreso da un violento temporale e si rifugiò sotto un albero. Un fulmine lo sfiorò e il suo cavallo fu scaraventato a terra. Nell’imminenza della morte, Norberto rifletté sulla sua vita dissoluta e si rivolse a Dio con un’intensa preghiera, chiedendo quale fosse la sua volontà.

In quel momento, udì distintamente una voce interiore che lo invitava a cambiare radicalmente vita, abbandonando il male per abbracciare il bene e ricercare la pace interiore. Profondamente toccato, Norberto accolse questa chiamata divina e intraprese un percorso di conversione radicale.

Lasciò alle spalle la vita mondana e si ritirò nel monastero di Sigeberto, vicino a Colonia. Qui, abbracciò la vita religiosa, fu ordinato sacerdote e iniziò a dedicarsi alla predicazione itinerante. Rinunciando al suo canonicato, adottò uno stile di vita austero e mendicante, vivendo in povertà e dedicandosi alla preghiera e alla penitenza.

La sua fervente predicazione e il suo esempio di santità attirarono numerosi seguaci, che si unirono a lui nel suo cammino spirituale. Nel Natale del 1121, Norberto fondò ufficialmente l’ordine dei Canonici Regolari Premostratensi, adottando la regola di Sant’Agostino come fondamento della comunità.

Durante un viaggio a Roma per ottenere l’approvazione papale della regola, Norberto fu eletto arcivescovo di Magonza, nonostante la sua iniziale riluttanza. Assunse con dedizione il nuovo incarico, impegnandosi a diffondere la fede e a guidare il suo popolo verso la salvezza eterna.

Tuttavia, il suo ministero episcopale non fu privo di difficoltà e opposizioni. Dovette affrontare resistenze e tentativi di ostacolare la sua opera, incluso un attentato alla sua vita. Nonostante le avversità, Norberto dimostrò grande forza d’animo, perdonando i suoi nemici e sopportando ogni sofferenza con pazienza e speranza.

Nel 1131, Norberto partecipò attivamente al Concilio di Reims, dove si impegnò a risolvere lo scisma dell’antipapa Anacleto e a ristabilire l’unità della Chiesa.

Con instancabile zelo, visitò numerose province della Germania, portando ovunque il suo messaggio di fede, paternità spirituale e guida illuminata. La sua predicazione e il suo esempio di santità ebbero un impatto profondo sul popolo, contribuendo alla diffusione del cristianesimo e alla crescita morale e spirituale delle comunità.

Nel 1134, Norberto fu colpito da una grave malattia che lo costrinse a letto per quattro mesi. Affrontò la prova con serenità e fede, preparandosi al suo incontro con il Signore. Il 6 giugno di quell’anno, circondato dai suoi confratelli, si spense serenamente, lasciando dietro di sé un’eredità di santità e un esempio luminoso di dedizione al servizio di Dio e del prossimo.

San Norberto è ricordato come un modello di conversione, un fondatore lungimirante e un pastore zelante. La sua storia ci ispira a ricercare la vera felicità nella conversione a Dio, a vivere con umiltà e semplicità, e a dedicarci con passione al servizio del prossimo.

La storia del santo è tratta dal sito: santodelgiorno.it.

Gli altri Santi e Beati
  • San Claudio di Condat (il Taumaturgo) – Abate e vescovo di Besançon
  • Sant’ Eustorgio II di Milano – Vescovo
  • San Gerardo dei Tintori – Confessore
  • San Gilberto – Eremita ed abate
  • San Marcellino (Marcellin) Champagnat – Sacerdote
  • Santa Grazia – Martire venerata a Germano di Valstrona
  • Santa Paolina e familiari – Martiri
  • San Raffaele (Rafael) Guizar Valencia – Vescovo
  • Beato Bertrando di Aquileia – Patriarca
  • Beato Falcone – Abate di Cava dei Tirreni
  • Beato Innocenzo (Innocenty Jozef Wojciech) Guz – Sacerdote e martire
  • Beata suor Maria Laura (Teresina Elsa Mainetti) – Religiosa e martire

La lista completa dei santi di oggi puoi consultarla su Wikipedia.

Nota

Il processo di santificazione nella Chiesa Cattolica è divisa in fasi e di solito devono passare almeno 5 anni dopo la morte della persona che si è distinta in vita per fede e opere.

Si inizia con “Servo di Dio” (indica che in vita la persona si è distinta per “santità di vita”). Poi, bisogna attendere che la Congregazione per le cause dei Santi emetta il decreto che dimostri le virtù cristiane della persona. Virtù che possono essere di due tipi: eroicità delle vertù (dimistrazione delle virtù cristiane in modo eroico) oppure l’appellativo di Venerabile (in caso di morte per martirio).

Nel passaggio successivo il Venerabile dovrà compiere un miracolo per diventare Beato (l’ufficialità spetta al Papa). Infine, per diventare Santo, il Beato deve compiere un ulteriore miracolo dopo la beatificazione.

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Vuoi sapere meglio le cose? Vai agli APPROFONDIMENTI →