Evirato e ucciso: pubblicate foto a letto con la moglie del suo assassino

Brasile, evirato e ucciso calciatore 24enne. Svelate foto a letto con la moglie del suo assassino


Evirato e ucciso in Brasile Daniel Correa Freitas, aveva 24 anni. Era il trequartista di proprietà del San Paolo, la massima serie. Il 27 ottobre Freitas è stato trovato morto in una zona boschiva, il suo corpo presentava ferite da taglio. La vicenda ha scosso la società paulista per una scoperta raccapricciante: il cadavere del giovane calciatore non aveva i genitali.

Le ricerche hanno portato all’arresto di Brittes Junior, un uomo di 38 anni, noto imprenditore nel Paese. L’assassino ha confessato. La polizia stessa ha diffuso le foto inviate da Daniel ad un amico. La vittima era a letto insieme con Cristiane, la moglie di Brittes. Nella conversazione su WhatsApp con l’amico, Daniel Correa rivelava di essere in casa di Brittes per la festa dei 18 anni della figlia, Allana. L’amico aveva avvertito Correa con parole profetiche: “Fa’ attenzione, sarà la tua rovina!

Gli esiti dell’autopsia hanno rivelato che il calciatore 24enne era stato torturato prima di essere ucciso, con l’evirazione, e anche un tentativo di decapitazione. Brittes si difende sostenendo che la sua sia stata solo una legittima difesa. Secondo le sue dichiarazioni Correa stava tentando di violentare sua moglie: “Ho sentito grida di aiuto provenire dalla sua stanza, ma la porta era chiusa a chiave. Quando sono riuscito a sfondarla, ho visto Correa sopra mia moglie, mentre lei chiedeva disperatamente aiuto“. L’assassino lo avrebbe colpito per difendere la donna, preso da uno scatto di ira, e poi lo avrebbe colpito e chiuso in un baule. Dopo, probabilmente, lo avrebbe portato in una casa isolata, dove sarebbero avvenute le torture. Le indagini proseguono per verificare l’eventuale partecipazione di terze persone alle torture e all’omicidio del calciatore.

immagine: © ilgazzettino.it

I reportage dall'Italia e dal Mondo

Vuoi sapere meglio le cose? Vai agli APPROFONDIMENTI →

STAI ANCORA UN PO' CON NOI! LEGGI ANCHE QUI: