Sonnolenza, l’addormentarsi durante il giorno

Sonnolenza: la condizione che porta ad addormentarsi durante il giorno in momenti inopportuni e situazioni inappropriate

Sonnolenza, l'addormentarsi durante il giorno
Sonnolenza, l’addormentarsi durante il giorno. Cos’è la sonnolenza? E’ quella condizione che porta ad avere sonno in momenti inopportuni e in situazioni inappropriate.

Ti é mai capitato di addormentarti durante il giorno? Hai pensato che possa essere il segnale che ci sia qualcosa che non va? Non sempre è così. Infatti, addormentarsi durante la giornata può essere anche un buon segno.

I reportage dall'Italia e dal Mondo

Il nostro corpo è “programmato” per sentirsi stanco nel primo pomeriggio, e addormentarsi durante il giorno è un ottimo modo per assecondare i suoi bisogni. E’ anche un ottimo metodo per raggiungere la quota minima di 7 o 8 ore quotidiane di sonno. Inoltre, schiacciare un pisolino (meglio se di pomeriggio) comporta miglioramenti nell’umore, una riduzione dell’affaticamento, aumenta i livelli di attenzione per il resto della giornata ed ha una sorta di effetto positivo sulla memoria.

Le regole per il pisolino perfetto
  • Stabilire un tempo massimo (più dormiremo durante la giornata, peggio staremo al nostro risveglio);
  • Limitare il pisolino ad un periodo di 30/60 minuti;
  • Creare l’atmosfera giusta, premurandosi di predisporre un ambiente buio e rilassante.

Potrebbe, però, anche essere qualcosa di serio.

L’eccessivo sonno diurno può essere il sintomo di
  • Riposo non adeguato associato a lavoro su turni;
  • Depressione, stress o ansia;
  • Problemi fisici (dolore cronico);
  • Diabete;
  • Alterazioni dei livelli di sodio;
  • Narcolessia;
  • Apnee del sonno;
  • Ipotiroidismo;
  • Ipercalcemia;
  • Assunzione di alcuni farmaci (antistaminici o tranquillanti).
Le malattie associate a sonnolenza:
  • Acidosi metabolica
  • Acromegalia
  • Anemia
  • Ansia
  • Apnee notturne
  • Botulismo
  • Bruxismo
  • Cefalea
  • Cirrosi Epatica
  • Diabete
  • Gastrite
  • Ictus
  • Influenza
  • Insufficienza cardiaca
  • Insufficienza renale
  • Intolleranze alimentari
  • Intossicazione da monossido di carbonio
  • Ipotiroidismo
  • Leucemia
  • Meningite
  • Morbo di Parkinson
  • Narcolessia
  • Raffreddore
  • Reflusso gastroesofageo
  • Sclerosi multipla
  • Sindrome premestruale
  • Tripanosomiasi africana
I rimedi contro la sonnolenza
In alcuni casi basta ricorrere a rimedi che favoriscono il sonno:
  • Prendere l’abitudine di andare a letto e svegliarsi all’incirca sempre alla stessa ora;
  • Evitare di coricarsi subito dopo aver mangiato;
  • Mantenere in camera da letto una temperatura adatta al riposo;
  • Evitare l’assunzione di sostanze eccitanti;
  • Spegnere televisore, computer e altri strumenti tecnologici mezz’ora prima di andare a dormire.
In altri casi sono necessari farmaci specifici per il trattamento della patologia che porta a insonnia:
  • Terapia ormonale sostitutiva se l’insonnia è dovuta alle vampate associate alla menopausa;
  • Modificare la posologia di alcuni farmaci assunti (consultare sempre il medico).
Sonnolenza: quando rivolgersi al medico

Se la sonnolenza non è un problema occasionale e interferisce con la qualità della vita è bene rivolgersi al medico, così che possa identificarne le cause e individuare il trattamento più adatto al caso.

Vuoi sapere meglio le cose? Vai agli APPROFONDIMENTI →

STAI ANCORA UN PO' CON NOI! LEGGI ANCHE QUI: