Celeste Ayala, la poliziotta che ha allattato il figlio di una detenuta

In Argentina una poliziotta è stata promossa al grado di ufficiale per aver allattato il figlio di una detenuta


Buenos Aires, Argentina – Celeste Ayala, in servizio presso l’ospedale pediatrico Sor María Ludovica di La Plata, è la poliziotta promossa al grado di ufficiale per aver allattato il figlio di una detenuta. La foto in cui allatta il figlio della detenuta appena arrestata, ha fatto il giro del mondo.

Il ministro della sicurezza della provincia di Buenos Aires, Cristian Ritondo, dopo aver promosso Ayala da sergente a ufficiale, ha detto: “Volevamo ringraziarla di persona per quel gesto di amore spontaneo che è riuscito a calmare il pianto del bambino. Questo è il tipo di polizia di cui siamo orgogliosi, la polizia che vogliamo“.

Storia

Celeste Ayala era in servizio presso l’ospedale pediatrico. I figli di una detenuta erano stati affidati ai medici perché la loro mamma era stata allontanata e si attendeva l’arrivo dei servizi sociali. Fra i piccoli c’era un neonato di sei mesi, che non smetteva di piangere. Celeste, mamma per la terza volta da pochi mesi, ha chiesto l’autorizzazione ai medici per allattare il neonato.

Celeste Ayala, con semplicità, ha poi raccontato: “Ho notato che quel bambino era affamato perché si portava in continuazione la mano alla bocca, così ho chiesto ai medici se avrei potuto allattarlo al seno. Mi ha spezzato il cuore vederlo così“.

Un suo collega l’ha fotografata mentre allattava il bambino e lo scatto in breve tempo ha fatto il giro del mondo. Marcos Heredia, il collega, ha poi scritto su Facebook: “Voglio rendere pubblico il grande gesto d’amore che hai regalato a quel bambino, senza conoscerlo. Non hai esitato un attimo, hai fatto come se fossi sua madre, incurante del fatto che fosse sporco e maleodorante. Cose così non si vedono tutti i giorni“.

immagine: © infoaguilares.com.ar

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Vuoi sapere meglio le cose? Vai agli APPROFONDIMENTI →