Cane mummificato: rimasto bloccato in un albero per venti anni

Stuckie è un cane mummificato rimasto intrappolato in un albero cavo per molti anni prima di essere scoperto da alcuni taglialegna

cane mummificato
Un cane mummificato è tra le attrazioni del museo di Forest World, in Georgia, dedicato alla storia della silvicoltura. Nel 1980, alcuni taglialegna della Georgia Kraft Corp., tagliando una quercia di castagno in ceppi, fecero una singolare scoperta: in un tratto cavo vicino alla cima dell’albero c’era un cane da caccia mummificato. Piuttosto che inviare la sezione dell’albero alla segheria, i taglialegna lo donarono al museo. Il cane, chiamato “Stuckie”, è rimasto bloccato nell’albero per circa 20 anni prima che lo scoprissero, probabilmente mentre inseguiva una preda.

I fattori che hanno portato alla sua mummificazione sono spiegati su una targa apposta accanto alla teca. “Si è verificato un effetto camino nell’albero cavo, che ha dato origine a una corrente d’aria verso l’alto. Ciò ha allontanato l’odore dell’animale morto, che altrimenti avrebbe attirato insetti e altri organismi che si nutrono di carcasse. L’albero cavo forniva anche condizioni relativamente secche e l’acido tannico della quercia aiutava ad indurire la pelle dell’animale”. Dunque, l’ambiente a bassa umidità ha fermato l’attività microbica consentendone la conservazione.

Il cane mummificato in un albero

immagine: © allthatsinteresting.com – video: © youtube.com

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Vuoi sapere meglio le cose? Vai agli APPROFONDIMENTI →