La Vespa Mandarinia meglio conosciuta come calabrone gigante asiatico

La Vespa Mandarinia (conosciuta come Calabrone Gigante Asiatico) è tra gli insetti più pericolosi e letali che esistano in Natura

La Vespa Mandarinia meglio conosciuta come calabrone gigante asiatico
La Vespa Mandarinia (Calabrone Gigante Asiatico). La vespa mandarinia è tra gli insetti con il pungiglione tra i più pericolosi e letali che esistano in Natura. I calabroni asiatici furono portati in Europa per errore quando un contenitore di ceramiche cinesi che conteneva gli insetti entrò in territorio francese nel 2004, poi questi calabroni si sono diffusi a nord: 55 nidi furono distrutti sulle Isole del Canale nel 2018. A partire dal 2019 molti nidi di questo insetto sono stati individuati nel Regno Unito.

Secondo un report scientifico sostenuto dalla Defra per la salute delle piante e delle api, il calabrone gigante asiatico entro aprile 2020 potrebbe danneggiare l’apicoltura britannica per milioni di sterline. Sbarazzarsi di questi insetti pericolosi potrebbe costare al Paese oltre 7 milioni di sterline.

I reportage dall'Italia e dal Mondo

La vespa mandarinia è nota per riuscire a catturare circa 50 api al giorno, trasportando poi il loro corpo inerme nel nido. Inoltre, sciami di calabroni possono attaccare un intero alveare ed uccidere tutte le operaie, dalla prima all’ultima, per arrivare ad impossessarsi delle larve: tutte abitudini che influirebbero negativamente sulla provata popolazione di api. Per questo i disinfestatori di questo insetto stanno cercando di rintracciare e rimuovere i nidi.

Nicola Spence, vicedirettore Defra per la salute delle piante e delle api, ha dichiarato: “Stiamo aspettando l’arrivo del calabrone asiatico da alcuni anni e abbiamo un protocollo consolidato per sradicarli e controllare qualsiasi potenziale diffusione. È importante ricordare che non rappresentano un rischio maggiore per la salute dell’uomo, sebbene riconosciamo il danno che possono causare alle colonie di api da miele. Ecco perché stiamo intraprendendo azioni rapide e solide per identificare e distruggere eventuali nidi“.

Per sbarazzarsi di un nido di insetti, gli sterminatori devono indossare tute protettive e utilizzare pali estensibili per iniettare pesticidi all’interno.

Nel 2019, 65 nidi sono stati distrutti sulle Isole del Canale, mentre il primo avvistamento in territorio britannico di un nido di vespa mandarinia risale al 2 settembre 2019 presso l’area di Tamworth. Un’emergenza faunistica che potrebbe avere delle ricadute importanti sull’apicoltura europea nei prossimi mesi.

Video

Fonte: curioctopus.it

Vuoi sapere meglio le cose? Vai agli APPROFONDIMENTI →

STAI ANCORA UN PO' CON NOI! LEGGI ANCHE QUI:

Loading...