Il Santo del Giorno – San Girolamo Emiliani (8 febbraio)

San Girolamo Emiliani è il santo del giorno più importante che per tradizione si festeggia oggi 8 febbraio

Il Santo del Giorno - San Girolamo Emiliani (8 febbraio)

Info sul Santo: San Girolamo Emiliani

Girolamo Emiliani nacque a Venezia nel 1486 da una nobile famiglia. L’infanzia e la giovinezza di Girolamo sono quasi completamente sconosciute.

Nel 1511, all’età di trent’anni, Girolamo era capitano della Repubblica di Venezia e difendeva la fortezza di Castelnuovo a Treviso. La fortezza fu assalita da forze francesi superiori e Girolamo fu catturato e imprigionato.

Nella prigione di Castelnuovo, Girolamo si rivolse a Maria con un voto: se fosse stato liberato, si sarebbe recato scalzo al suo santuario di Treviso per deporre le sue catene e la spada. La Madonna ascoltò la sua preghiera e Girolamo, dopo la liberazione, compì il voto e cambiò radicalmente la sua vita. Abbandonò la carriera militare e si dedicò alla carità verso Dio e i poveri.

Dopo la morte del fratello Luca, Girolamo si prese cura dei tre nipoti orfani. Da questa esperienza nacque l’idea di fondare un istituto per soccorrere gli orfani bisognosi.

A causa del crescente numero di orfani, Girolamo fondò a Somasca (Bergamo) la Congregazione dei Chierici Regolari Somaschi, dedicati all’educazione e all’assistenza dei bambini abbandonati.

Girolamo non si limitò a Somasca, ma aprì altri istituti a Venezia, Verona, Bergamo, Brescia e Milano, accogliendo migliaia di orfani e poveri.

Nel 1537, all’età di 55 anni, Girolamo si ritirò a Somasca dove morì l’8 febbraio. Fu canonizzato da papa Clemente XIII nel 1767 e proclamato patrono degli orfani e della gioventù abbandonata da papa Pio XI nel 1928.

Eredità:
San Girolamo Emiliani è ricordato come un esempio di carità e dedizione al prossimo. La sua opera di assistenza agli orfani e ai poveri ha avuto un impatto significativo sulla società del suo tempo e continua ad ispirare le generazioni successive.

La storia del santo è tratta dal sito: santodelgiorno.it.

Gli altri Santi e Beati
  • Santa Giuseppina Bakhita – Vergine
  • Sant’ Invenzio (Evenzio) di Pavia – Vescovo
  • San Laureato – Martire
  • San Nicezio di Besançon – Vescovo
  • Sant’ Onorato di Milano – Vescovo
  • Santa Quinta d’Alessandria – Martire
  • Santo Stefano di Grandmont – Eremita
  • San Teodoro di Eraclea – Vescovo
  • Beata Giuseppina Gabriella Bonino – Vergine e fondatrice
  • Beata Speranza di Gesù (Maria Josefa Alhama Valera) – Fondatrice

La lista completa dei santi di oggi puoi consultarla su Wikipedia.

Nota

Il processo di santificazione nella Chiesa Cattolica è divisa in fasi e di solito devono passare almeno 5 anni dopo la morte della persona che si è distinta in vita per fede e opere.

Si inizia con “Servo di Dio” (indica che in vita la persona si è distinta per “santità di vita”). Poi, bisogna attendere che la Congregazione per le cause dei Santi emetta il decreto che dimostri le virtù cristiane della persona. Virtù che possono essere di due tipi: eroicità delle vertù (dimistrazione delle virtù cristiane in modo eroico) oppure l’appellativo di Venerabile (in caso di morte per martirio).

Nel passaggio successivo il Venerabile dovrà compiere un miracolo per diventare Beato (l’ufficialità spetta al Papa). Infine, per diventare Santo, il Beato deve compiere un ulteriore miracolo dopo la beatificazione.

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Vuoi sapere meglio le cose? Vai agli APPROFONDIMENTI →