Un professore sostiene che Noé ha chiamato il figlio al cellulare

Noe ha parlato col figlio. Come ha fatto? Un miracolo? Potrebbe essere. Ma potrebbe aver comunicato usando il cellulare

cellulare
Il cellulare è ormai un oggetto divenuto indispensabile negli ultimi decenni, ma c’è un docente che sostiene una tesi singolare. Il dott. Yavuz Örnek, docente presso l’istituto di scienze marine dell’Università di Istanbul, è intervenuto in un programma televisivo dell’emittente pubblica turca per presentare alcune idee sulla storia biblica di Noè e l’alluvione.

Secondo Örnek, le tecnologie erano molto avanzate 10000 anni fa a tal punto che Noè avrebbe costruito l’arca usando l’acciaio e alimentandola con l’energia nucleare. Inoltre, Noè avrebbe usato un telefono cellulare per contattare suo figlio e convincerlo a salire sull’arca con la sua famiglia. Infine, invece di portare animali vivi nell’arca, avrebbe caricato materiale genetico maschile e femminile per ogni specie vivente.

Quando gli è stato chiesto di portare prove empiriche a sostegno delle sue affermazioni ha risposto utilizzando alcuni versetti del Corano: c’erano enormi onde alte 300 – 400 mentri e suo figlio era a molti km di distanza, ma Noè ha parlato col figlio. Come ha fatto? Un miracolo? Potrebbe essere. Ma potrebbe aver comunicato usando il cellulare.

Spettatori e utenti sui social hanno espresso il loro scetticismo.

immagine: © bolgegundem.com

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Vuoi sapere meglio le cose? Vai agli APPROFONDIMENTI →