Guarisce da un tumore cerebrale dopo il bacio di Papa Francesco

Gianna Masciantonio, una bambina di 3 anni sarebbe guarita da un tumore cerebrale dopo il bacio sulla testa di Papa Francesco

Gianna Masciantonio
Philadelphia, USA – Una bambina di 3 anni, Gianna Masciantonio, sarebbe guarita da tumore al cervello, diagnosticato quando aveva poche settimane di vita, e che tutti i medici consideravano inoperabile, poco dopo aver ricevuto un bacio sul capo da Papa Francesco. Questo secondo il racconto della mamma della piccola.

I genitori scoprirono la malattia della figlia quando aveva solo 4 settimane di vita e i medici, dopo analisi approfondite, si mostrarono sorpresi di come la bambina fosse riuscita a sopravvivere alla gravidanza e le diedero poche settimane di vita. Ma i genitori non si arresero e fecero il possibile per aiutare la bambina, contattando altri ospedali.

Quando vennero a sapere della visita di Papa Francesco, chiesero ai medici un permesso speciale per portare la piccola tra la folla. Poi, grazie ad un amico di famiglia che lavora all’FBI, riuscirono ad ottenere un posto vicinissimo al luogo in cui il Papa sarebbe passato con la sua automobile.

Quando Papa Francesco fece la sua processione, sollevarono la bambina, che ricevette un bacio sul capo e la sua benedizione. La foto del bacio, con Bergoglio che si sporge dalla sua automobile, aveva fatto il giro del mondo.

Due mesi dopo, poco prima di Natale, la famiglia Masciantonio ricevettero una notizia inaspettata. Lo specialista dell’ospedale notò che si stavano formando intorno al tumore delle cisti. La successiva biopsia rivelò che la piccola non aveva il cancro ma il Xanthogranuloma giovanile, una rara malattia del sangue che colpisce 1 su 10 milioni di bambini.

Dopo essersi sottoposta a più di un anno di chemioterapia, la massa nel cervello ha cominciato a ridursi. Poi, ha cominciato a gattonare e a parlare, cose che i medici non avrebbero mai immaginato riuscisse a fare.

immagine: © papaboys.org e dailymail.co.uk

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Vuoi sapere meglio le cose? Vai agli APPROFONDIMENTI →