Facebook sta lavorando per conoscere le tue emozioni dal movimento degli occhi

Secondo gli addetti ai lavori, Facebook ha tutto l’interesse a tracciare il movimento degli occhi a prescindere dall’identificazione degli utenti

Facebook
Fortune, la nota rivista americana, ha recentemente rivelato il documento di 229 pagine consegnato da Facebook al Congresso americano dopo lo scandalo di Cambridge Analytica.

Secondo i documenti, l’azienda possiede due brevetti su tecnologie di eye-tracking intitolati “Calibrazione dinamica per il tracciamento oculare” e “Tecniche per il rilevamento delle emozioni e la distribuzione dei contenuti“.

I reportage dall'Italia e dal Mondo

Facebook ha specificato che “al momento non stiamo progettando tecnologie in grado di identificare le persone con le camere a tracciamento oculare. Qualora implementassimo questa tecnologia nel futuro, lo faremo tenendo assolutamente a mente la privacy delle persone“. Secondo gli addetti ai lavori, Facebook ha tutto l’interesse a tracciare il movimento degli occhi a prescindere dall’identificazione degli utenti. Cioè, non importa chi sei, l’importante è cosa si può ottenere dallo studio del tuo sguardo.

3 punti fondamentali:

  • Web Design: sapere dove i nostri occhi guardano quando navighiamo su internet suggerirà quali elementi (pulsanti, grafiche, box, etc) attirano maggiormente la nostra attenzione.
  • Grafo Sociale: ae guardiamo per molto tempo il post di un nostro amico ma senza alcuna interazione Facebook otterrà l’informazione che quel post ha suscitato un interesse sopra la media. Potrebbe valutare di riproporci post di quello stesso amico perché siamo legati ai suoi contenuti.
  • Emozioni: Facebook potrebbe vuole investigare le nostre emozioni per sapere quali contenuto suscitino ilarità o sdegno. Ad esempio, individuare i contenuti che suscitano emozioni positive e eliminare quelli che causano paura e tristezza.

immagine: © mytech.panorama.it

Vuoi sapere meglio le cose? Vai agli APPROFONDIMENTI →

STAI ANCORA UN PO' CON NOI! LEGGI ANCHE QUI: