E’ stato trovato un “passaggio segreto geologico” sotto Panama

Sotto Panama c’è un “passaggio segreto geologico” che potrebbe spiegare perché le rocce del mantello terrestre si trovano a più di 1.609 km da dove hanno avuto origine

E' stato trovato un passaggio segreto geologico sotto Panama
E’ stato trovato un “passaggio segreto geologico” sotto Panama. Sotto Panama c’è un “passaggio segreto geologico” che potrebbe spiegare perché le rocce del mantello terrestre si trovano a più di 1.609 km da dove hanno avuto origine, e perché non ci sono vulcani attivi. L’apertura del passaggio si trova a circa 100 km sotto la superficie terrestre e consentirebbe, a un flusso di materiali del mantello, di viaggiare dalle isole Galápagos fin sotto Panama.

Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences.

Lo studio

Sulla costa occidentale dell’America centrale, la placca tettonica dell’isola di Cocos sta spingendo la crosta oceanica sotto la crosta continentale delle placche tettoniche nordamericane, caraibiche e panamensi, in un processo chiamato “subduzione“. Questa zona di “subduzione” crea una linea di vulcani chiamata “Arco vulcanico centroamericano“. David Bekaert, studioso post-dottorato in chimica marina e geochimica presso la Woods Hole Oceanographic Institution nel Massachusetts, ha detto che il vulcanismo si ferma, però, nel Panama occidentale.

Per comprendere come funziona la “subduzione” dell’area centroamericana, i ricercatori hanno approfondito la geochimica della regione, raccogliendo campioni di roccia vulcanica e campioni di gas e fluidi dalle sorgenti termali. Il team si è concentrato sugli isotopi di elio e piombo.

I reportage dall'Italia e dal Mondo

Normalmente il mantello è per lo più costituito da “rocce silicatiche” (rocce con una particolare struttura di silicio e atomi di ossigeno). Gli studiosi, però, hanno scoperto che c’erano alcune strane anomalie sotto l’America Centrale.

Nella Panama occidentale e dietro l’arco vulcanico in Costa Rica, Bekaert ha affermato di aver individuato delle composizioni geochimiche simili a quelle che si trovano nelle Isole Galápagos (molto distanti dall’area). Quindi, gli scienziati si sono rivolti all’imaging sismico del mantello (utilizza onde sismiche per mappare ciò che c’è sotto la superficie) e alla modellazione al computer (per cercare di spiegare cosa potrebbe succedere) e hanno scoperto che la soluzione sarebbe nelle profondità di Panama.

Quando una placca tettonica scivola sotto un’altra placca tettonica durante la “subduzione“, quella “placca in subduzione” non scompare, ma mantiene la sua struttura, riscaldandosi e deformandosi gradualmente. “Appena sotto Panama, c’è un foro che consente l’afflusso di questi componenti del mantello“, ha detto Bekaert. Questo foro lascia passare i materiali da un lato all’altro della lastra e collega le Galapagos a Panama.

Riguardo all’inattività dei vulcani nel Paese, la spiegazione potrebbe essere nell’esistenza della fessura nella crosta che sarebbe ricca d’acqua e renderebbe difficile far passare il magma.

Vuoi sapere meglio le cose? Vai agli APPROFONDIMENTI →

STAI ANCORA UN PO' CON NOI! LEGGI ANCHE QUI: