Sputa un pezzo di polmone con un colpo di tosse e muore

Un uomo di 36 anni è morto dopo aver sputato un pezzo di polmone in seguito ad un colpo di tosse

colpo di tosse
California – Un uomo di 36 anni è morto dopo aver sputato un pezzo di polmone in seguito ad un colpo di tosse. L’uomo si era recato al pronto soccorso del San Francisco Medical Center lamentando problemi cardiaci. Aveva problemi cardiovascolari e portava il pacemaker. Dopo una settimana di terapia ha iniziato a sviluppare una tosse molto violenta. Durante uno di questo forti colpi di tosse ha sputato il pezzo di polmone, un albero bronchiale destro (tubicini che distribuiscono l’aria ai polmoni).

I medici sono subito intervenuti per tentare di salvarlo, ma le condizioni erano troppo gravi e dopo una settimana l’uomo è morto.

I reportage dall'Italia e dal Mondo

Il caso clinico, pubblicato sul New England Journal of Medicine, descrive questo quadro medico: l’uomo sarebbe stato affetto da una rara carenza di frazione di eiezione, ossia il sangue pompato a ogni contrazione era del 50% in meno rispetto alla norma.

Espellere un intero polmone è impossibile, a causa delle dimensioni. Ma una tosse così violenta può causare delle lacerazioni e si possono espellere parti dell’organo.

Nonostante il paziente sia stato subito soccorso e due giorni dopo estubato, è morto una settimana dopo per scompenso cardiaco.

immagine: © theusatimes.net

Vuoi sapere meglio le cose? Vai agli APPROFONDIMENTI →

STAI ANCORA UN PO' CON NOI! LEGGI ANCHE QUI: