Ematidrosi, la ragazza che sanguina dal viso e dalle mani

La rarissima patologia definita ematidrosi che ha colpito una 21 enne. La ragazza sanguina dal viso e dalle mani

ematidrosi
Toscana, Firenze – Fiorentina, 21 anni, ha impiegato 3 anni per ottenere una diagnosi e dare un nome alla malattia che l’ha portata alla depressione, perché non riusciva ad avere rapporti con gli altri. Si chiama ematidrosi e quando la ragazza era sotto stress sanguinava dal volto e dalle mani, pur non avendo ferite.

La malattia è stata riconosciuta dalla dottoressa Marzia Caproni (del centro di malattie rare dermatologiche di Firenze). La dottoressa, vista la rarità del caso, ha pubblicato uno studio scientifico sul “Canadian medical association journal“. La pubblicazione ha avuto una grande risonanza, soprattutto in Nord America e in alcuni Paesi europei.

I sanguinamenti durano dai 3 ai 5 minuti e anche se non si tratta di un fenomeno pericoloso per la salute, la malattia ha portato problemi depressivi e crisi di panico. Poi, grazie agli esami istologici si è raggiunta alla diagnosi di ematidrosi (il primo caso in Italia).

La malattia è legata alla rottura di capillari che circondano alcune ghiandole sudoripare, alcune gocce di sangue vengono eliminate con il sudore, ma il motivo per cui avvengono queste rotture non è ancora noto con certezza. L’ipotesi è che si tratti di stress emotivi molto intensi o traumi fisici che per via nervosa arrivano a danneggiare i capillari. La cura utilizzata per ridurre i sanguinamenti è a base del propanololo, un betabloccante di solito usato contro l’ipertensione. Così c’è stata una diminuzione netta delle crisi, anche se non una completa remissione della malattia.

immagine: © midiabahia.com.br

Vuoi sapere meglio le cose? Vai agli APPROFONDIMENTI →

STAI ANCORA UN PO' CON NOI! LEGGI ANCHE QUI: