Apre un finto negozio di gioielli per rubare 300.000 dollari in diamanti

In Thailandia un uomo ha aperto un falso negozio di gioielli per poi rubarli truffando un ricco cliente che possedeva un preziosissimo diamante


Chanthaburi, Thailandia – Apre una finta gioielleria e poi si svaligia da solo. Pipatpongpat Suksawatpipat era un ricco commerciante di gioielli, ma, dipendente dal gioco d’azzardo, è caduto in miseria sperperando il suo patrimonio. Nel tentativo di rifarsi, ha cercato di far fruttare la piccola somma rimasta affittando uno spazio commerciale per trasformarlo in un falso negozio di gioielli. Ha, poi, attirato un gioielliere indiano che possedeva un diamante da 10 milioni di baht (oltre 280.000 euro), lo ha rubato ed fuggito.

L’uomo aveva incontrato il commerciante di gioielli, Jain Vaiphav, in una fiera dedicata alla gioielleria, e in quell’occasione si erano scambiati i numeri di telefono.

I reportage dall'Italia e dal Mondo

Dopo aver fatto tutti i preparativi, Pipatpongpat ha chiamato Jain Vaiphav, dicendogli che voleva comprare il diamante, invitandolo nel suo falso negozio di gioielli per poterlo esaminare. Quando il rappresentante è arrivato, Pipatpongpat ha chiesto di vedere il diamante. Dopo una prima occhiata, ha detto a Vaiphav che voleva vederlo meglio alla luce naturale. Appena uscito dal negozio, ha chiuso la porta a vetri imprigionando l’uomo. Fuori lo attendeva l’autista, un uomo pagato dal truffatore, ed è fuggito facendo perdere le sue tracce. La fuga, però, non è durata molto. Infatti, Pipatpongpat è stato arrestato pochi giorni dopo, ma del diamante nessuna traccia.

Vuoi sapere meglio le cose? Vai agli APPROFONDIMENTI →

STAI ANCORA UN PO' CON NOI! LEGGI ANCHE QUI: