Spesa intelligente: come congelare i cibi senza sprechi

Come evitare sprechi alimentari? Imparando il metodo di conservazione più giusto per ogni cibo. Ecco come congelare dalla carne ai formaggi

Spesa intelligente: come congelare i cibi senza sprechi
Come congelare i cibi senza sprechi. Se ci tocca fare la spesa una volta a settimana, spesso compriamo troppe cose che poi rischiano di sciuparsi in frigorifero ed andare sprecate. Come conservare i cibi, come congelarli per evitare sprechi? Vediamo le linee guida generali per il corretto metodo di congelamento.

  • Preferire mono porzioni e piccoli pezzi. Il freddo in questo modo raggiungerà con più facilità e in modo più omogeneo il cuore dell’alimento e lo scongelamento sarà più veloce.
  • Usare sempre gli appositi contenitori per alimenti in plastica, alluminio o vetro e mettere un’etichetta con su scritto la data di congelamento e che cos’è.
  • Per scongelarli l’Istituto Italiano Alimenti Surgelati (IIAS) indica come metodo più corretto quello di metterli direttamente in pentola. Si può anche optare per lo scongelamento in frigo (che può richiedere anche 12 ore di tempo) o quello con acqua fredda corrente.
  • Non bisogna MAI scongelare a temperatura ambiente e con acqua calda. Mai ricongelare un alimento scongelato. Questa regola vale per tutti i tipi di cibo.
I formaggi si possono congelare: come fare

Non tutti i formaggi possono essere congelati. Quelli freschi e molli come stracchino, fiocchi di latte, crescenza e ricotta non si possono congelare. Tendenzialmente anche la mozzarella è bene non congelarla, a meno che il suo utilizzo dopo lo scongelamento non sia per una ricetta di cucina, ovvero preveda una cottura.

I reportage dall'Italia e dal Mondo

Provola, primo sale, caciotta, fontina, pecorino, parmigiano possono essere congelati. Quelli stagionati (come pecorino o parmigiano) è meglio congelarli grattugiati. Gli altri è bene congelarli in piccole porzioni. Possono mantenersi in freezer fino a 3 mesi.

Frutta e verdura, come congelarle

Per quanto riguarda la verdura, per congelare alcuni tipi di ortaggi è meglio scottarli o lessarli qualche minuto prima di procedere a metterli in freezer. In questo caso è bene farli raffreddare dopo la breve cottura e poi riporli negli appositi contenitori. Fanno parte di questo gruppo: broccoli, zucca, bieta, piselli, melanzane, fagiolini, pomodori zucchine. I peperoni e le zucchine possono essere congelati anche da crudi (ricorda sempre la regola delle piccole porzioni), mentre i fagioli si congelano freschi.

Anche la frutta può essere congelata, sia a pezzi che in succo. Disponi i pezzetti di frutta separata su una teglia rivestila con carta forno. Mettila in freezer e una volta che la frutta è congelata, procedi con la suddivisione nei contenitori scelti. Scongela in frigo e mai e poi mai ricongelare.

Carne

La carne si può congelare (com’è ovviamente noto), ma in base alla sua tipologia (e anche alla qualità del nostro freezer) si mantiene per periodi diversi:

  • Salsicce e macinati si mantengono fino a 2/3 mesi
  • Carne di maiale fino a 4 mesi
  • Carne bovina fino a 9 mesi
  • Pollo e tacchino fino a 12 mesi
Pesce

Prima di congelare il pesce, questo va pulito. Deve essere privato delle viscere, va sciacquato con abbondante acqua corrente dunque tamponato con un panno pulito. Infine riporlo negli appositi sacchetti per congelare, cercando di togliere più aria possibile così da aumentarne la conservazione e la qualità di conservazione. Per scongelarlo metterlo in frigo per alcune ore. In questo modo si scongelerà senza traumi. Lo si può fare anche sotto l’acqua fredda corrente e poi scolarlo.

I pesci come sogliola e merluzzo (magri) si mantengono fino a 6 mesi. Quelli come salmone o tonno (grassi) fino a 3 mesi.

Fonte: lolnews.it

Vuoi sapere meglio le cose? Vai agli APPROFONDIMENTI →

STAI ANCORA UN PO' CON NOI! LEGGI ANCHE QUI:

Loading...