Il video choc della donna ingoiata da un pitone

In Indonesia una donna di 54 anni è stata ingoiata da un pitone mentre curava l’orto. Era scomparsa da due giorni da casa. Ritrovata intera nel corpo dell’animale

Donna ingoiata da pitone

Una donna indonesiana era andata a curare il suo orto ed è finita ingoiata da un pitone di 7 metri. I suoi cari, non vedendola di ritorno, hanno dato l’allarme della sua scomparsa. Dopo due giorni la macabra scoperta: Wa Tiba, questo il suo nome, 54 anni, è stata ingoiata da un pitone. E’ successo nell’Indonesia centrale, in un villaggio dell’Isola di Muna.

Secondo quanto riferito dal sito Detik.com, la donna era svanita nel nulla; i suoi vicini avevano notato qualcosa di strano: un pitone lungo 7 metri e con la pancia rigonfia è stato ritrovato a 30 metri dal suo orto. Accanto c’erano i suoi sandali e il machete, il suo attrezzo di lavoro. Quindi lo hanno ucciso e portato fuori dal giorno. Gli hanno aperto il ventre, da qui la macabra conferma: il corpo della donna era stato ingoiato per intero, con tutti i suoi vestiti.

Che un rettile possa ingoiare un corpo umano intero è estremamente raro, ma non impossibile. Questa specie è pericolosa per l’uomo, si tratta dei pitoni reticolati, possono pesare fino a 70 chilogrammi e superare i sei metri di lunghezza.  Solitamente i rettili preferiscono maialini o scimmiette. Diversamente da quanto si possa pensare, il pitone non ingoia un corpo vivo: si comporta come un killer e prima di assaltarlo lo studia a lungo, cerca di comprendere se e quando passare all’attacco, lo stritola fino a bloccarne i flussi sanguigni. La morte sopraggiunge in breve tempo, e solo allora che il pitone può ingoiare la sua preda. La “digestione” avviene attraverso secrezioni, che consumano il corpo.

I reportage dall'Italia e dal Mondo

Questo deve essere accaduto a Wa Tiba, e a circa venti persone uccise negli ultimi trenta anni, secondo l’Humane Society. Stando a recenti studi, la causa di questi attacchi sarebbe da imputare ai frequenti disboscamenti e alla mancanza di cibo per i rettili.

Il video choc

Attenzione: il video segnalato riporta immagini che potrebbero turbare la sensibilità di alcuni spettatori

immagine: © twitter.com – video: © youtube.com

Vuoi sapere meglio le cose? Vai agli APPROFONDIMENTI →

STAI ANCORA UN PO' CON NOI! LEGGI ANCHE QUI: