Andrea Bizzotto, malato terminale scrive un libro alla figlia

Andrea Bizzotto, scoperto di avere un male incurabile ha avuto l’idea di scrivere un libro per lasciare un ricordo di se alla figlia

malato terminale
Padova – Andrea Bizzotto, scoperto di avere un male incurabile (Sarcoma sinoviale al terzo stadio) ha avuto l’idea di scrivere un libro per lasciare un ricordo di se alla figlia di un anno a mezzo: “Voglio che tu sappia chi era il tuo papà“. Il libro si chiama “Storia di un maldestro in bicicletta” e il ricavato andrà a un fondo destinato alla bambina. Inoltre, ha anche girato alcuni video da mostrare alla piccola quando non ci sarà più. Ha raccontato che quando nacque Giulia, faceva la chemio, ma il travaglio durò giusto quelle due ore che gli permisero di assistere al parto.

Il libro inizia con queste parole: “Nessuno merita un tumore incurabile a 33 anni. Io mi meritavo la possibilità di crescere ed educare la mia piccola Giulia, portarla al primo giorno di scuola, prepararle il suo cibo preferito con amore, fare un viaggio da solo con lei“.

I reportage dall'Italia e dal Mondo

Il mio obiettivo era sopravvivere abbastanza perché Giulia potesse avere un ricordo di me, ma a marzo i dottori mi hanno dato solo alcuni mesi di vita. Io non li voglio accontentare e combatto comunque per arrivare ai 40, ma voglio lasciare qualcosa a Giulia che sia vero e concreto. Che possa rafforzare le parole di sua mamma, degli amici e dei parenti. Ho registrato diversi video in cui le parlo e ora sto completando questo libro, è la mia biografia“, ha aggiunto.

E infine ha detto: “Giulia sarà molto arrabbiata e purtroppo non capirà inizialmente. Maria sarà triste e disperata. Mia figlia probabilmente troverà una figura paterna ed io lo spero sinceramente, come spero che mia moglie possa avere un altro uomo, che la faccia sentire bene, amata e rispettata“.

immagine: © instagram.com

Vuoi sapere meglio le cose? Vai agli APPROFONDIMENTI →

STAI ANCORA UN PO' CON NOI! LEGGI ANCHE QUI: